Una domenica speciale!


Un giovedì di dicembre, Nove ore di viaggio, una traversata scomoda e quasi infinita ma poi trovi la luce dell’alba ad attenderti e ti rifai gli occhi.

 Arrivi in montagna, aria fredda pungente, lì per lì ti senti lontana da casa dal tuo mondo ma nel momento in cui ti accoccoli vicino alla stufa a parlare con la nonna e ti infili le tue ciabatte pelose puoi finalmente sentirti a casa! Ti sciogli dalla timidezza e riprendi confidenza con il posto.

Il Natale con i parenti non è la prassi per me, sa tutto di nuovo. Quel chiacchiericcio caotico, la frenesia del preparare il pranzo e la tavola e le sedie e le bevande, conta e riconta i presenti, i pacchetti lasciati nelle mani dei destinatari quasi frettolosamente, con imbarazzo e speranzosi che piaccia davvero. I baci sotto il vischio e gli auguri sinceri. Qualche sorriso lasciato senza convinzione e qualche augurio detto per forza (oh, ci sono sempre quelli che non vorresti vedere mai,men che meno a Natale!). Gli imprevisti non mancano e nemmeno le litigate bonarie, quelle urla che riecheggiano per la casa accompagnate poi dalle risate di qualcuno che stempera la situazione. Il Natale è così, lontano da casa mia ma in un posto che è comunque casa. Nuove abitudini da acquisire e per una volta ci sono le mie da accantonare. Bisogna lasciarsi andare senza pretese, prendendo ciò che viene. 

Una Domenica un po’ speciale ma per il resto siamo sempre noi. Di nuovo qui.

Auguri a voi lettori, spero passerete una buona giornata!

Buon Natale amici di blog 😙🎅

Annunci

Scrivo poco perché…


..eh, perché mi divido tra pranzi con i parenti,pranzi che sanno di sorrisi tirati e chiacchiere di circostanza ma anche di abbracci sinceri e buffetti sulle guance(dipende); tra libri letti e quelli da leggere, ora ad esempio passo il tempo tra le pagine del Diario di Virginia Woolf; mi divido tra l’aria fresca di montagna e quella salata del mare. Insomma la vacanza è a metà strada e sebbene non abbia tempo da passare di fronte a un pc fotografo attimi, non nero su bianco sta volta. Diciamo che i colori non ci mancano.

24 Dicembre e ciò che comporta


La vigilia è arrivata!

Vi immagino tutti intenti in qualche attività dell’ultimo minuto,regali da impacchettare,ultimi acquisti,la tavolata da studiare per evitare di sedersi accanto al parente odioso, chissà qualcuno sta già sfornellando preoccupandosi del menù della serata,qualcuno conta gli spicci da giocarsi a carte o tombola,altri staranno pregustando il riposo da vacanze…

Io approfitto per farvi gli auguri,di quelli che suonano scontati e forse banali ma in fondo questi sono! Che possiamo farci?! Però sono sinceri,giuro 😉

Vi auguro di passare buone feste,di stare con le persone che amate e se ci sta in mezzo qualcuno di più odioso vi auguro di sopportarlo senza troppa fatica, spero scarterete ottimi regali e il 27 tornerete tutti qui a dirmi che cosa vi hanno regalato di bello e cosa state già rivendendo su ebay 😛 Spero che con queste due giornate e poco più di festa arricchirete di aneddoti la vostra vita,esperienze da raccontare ancora e ancora mille volte perché vi ricordano episodi buffi e divertenti che difficilmente scorderete…

Non ci credo alla fiaba del a Natale siamo tutti più buoni , probabilmente sentiamo l’ obbligo di essere buoni perché ci hanno sempre detto che così deve essere. Non è detto che ci riesca ma se mai voi riusciste a essere più buoni spero 5che questa bontà sia apprezzata e ricambiata come è giusto che sia!

Insomma,per concludere, Auguri di Buon Natale!!!

Divertitevi,mangiate,siate voi stessi…al meglio.

Baci 😘

classifica

Certezze ♡


So che potrei chiamare da qualunque telefono a qualunque ora ma tu riconosceresti la mia voce tra mille: parlantina svelta e squillante, inconfondibile.
Poi ci sei tu,che so che malgrado le litigate sei comunque sempre qua, non solo per tenersi allenate con insulti più o meno benevoli, ma per qualunque cosa. È una condivisione a 360 gradi.
Ah e anche te, che non la pensi mai come me ma non potremmo fare a meno di parlare noi due, perché stando insieme anche le banalità diventano intriganti come le pagine di qualche grande romanzo.
Poi te,che forse ci conosciamo da sempre ma non sempre ci siamo capiti.
Tu invece che ascolti quello che dico come se fosse la cosa più importante di sempre, sai darmi retta e allo stesso tempo prendermi in giro.
Ci siete voi che avete apprezzato le parti peggiori senza avere scelta. E voi che ancora dovete capire se le parti peggiori le avete viste ma siete certi di aver scelto di rimanere, comunque vada, ad ogni costo.
E anche se ci sta chi ha deciso di andar via, non fa nulla, perché è così che deve essere.
Questa panoramica di certezze è per dire tutto o niente…
Sarà che scrivere serve a fissare concetti,rende le cose più concrete.

È arrivato il momento di dare i numeri 😁


Numeriii, numeriiii, numeriiii….
No in realtà non sono impazzita. Tra l’altro è risaputo che ho sempre preferito le parole ai numeri (la mia carriera scolastica lo dimostra).
Eppure oggi vi parlo di numeri,  o meglio dei miei numeri. Mai nessun mese come quello di dicembre è pieno di scadenze,conti alla rovescia che si susseguono e date da tenere a mente.

image

-4 giorni e inizierò a distribuire i primi regali di Natale; tradizione vuole (la mia personale ovvio 🙂 ) che con le mie amiche i regali si scambino intorno al 20 dicembre. Speriamo di aver fatto gli acquisti giusti. A me piace tutto quello che ho comprato e impacchettato…però l’ansia da regalo resta sempre!
-5 giorni all’arrivo dei parenti. Quest’anno un pezzetto di famiglia riesce a riunirsi per le feste. In fondo è un evento speciale, almeno per me che sono abituata ad avere tutti lontano. Quindi non poteva mancare nell’elenco 😉
-8 giorni al Natale. Beh che aggiungere?! Penso si sia detto di tutto sul Natale. Anche per chi ha l’animo del Grinch in fondo il Natale ha il suo perché.
-14 giorni alla fine dell’anno. Importante scadenza. Toccherà fare le somme e decidere se l’anno trascorso è stato accettabile, cosa cambieremmo, cosa non dimenticheremo mai… oh e poi la lista dei buoni propositi; Sicuramente non mancherà.
-30 giorni al prossimo esame. Sessione invernale. Tra un torrone e una tombolata studierò il più possibile, incamerando e accumulando nozioni, non solo chili da festività 😛 Speriamo che l’ansia non la faccia da padrona.
-120 giorni al mio giorno dei giorni. Insomma è a lungo termine questo conto alla rovescia, sicuramente svelerò di più in corso d’opera. Ma per ora dovrebbe essere la prima data importante del 2015. Chissà…

image

E voi li date i numeri a Dicembre o è una prerogativa tutta mia?? 😁