E non è ancora settembre


Calma apparente. Tutto fermo, nessun particolar sentimento che accompagna queste attese silenziose.

Poi eccola, la novità che smuove la staticità dell’inizio settimana. 

Novità e cambiamenti. Indecisione e tormento. Pensieri che si rincorrono;  tu chiudi gli occhi e salti nel vuoto. Non sai dove atterrerai ma hai decisamente voglia di scoprirlo. Qualcosa accadrà e non potrà essere peggio del nulla che improgionava le giornate precedenti. 

Che poi le grandi decisioni solitamente si rimandano a settembre. Questa volta non è ancora finito Agosto e abbiamo già di che occuparci. Una sorta di cambiamento nel cambiamento. 

Dita incrociate. 

Annunci

Driiiin,è il postino!


Se anche voi fate parte del team compratori compulsivi -web edition sicuramente potrete capirmi!

Questa mattina hanno suonato alla porta ed era il postino:l’uomo recapitava il mio tanto atteso pacchetto!(in realtà ne aspetto ancora altri 4 ma questo era il più importante) Tra l’altro arrivava con una puntualità sorprendente per essere stato spedito tramite Posta ordinaria. Ma quando il postino suona,si sa, il mondo si ferma ed in una rapida manciata di secondi si passa dalla curiosità,all’euforia,alla smania di aprire il pacchetto… Il tutto tenendo a mente che comunque avendo acquistato io stessa i libri so benissimo cosa troverò dentro quell’involucro bianco, ma tant’è….

Il mio attesissimo libro in perfetto stile Sognidirnr è arrivato: Scusate il disordine di Luciano Ligabue. Lo fisso lo sfoglio leggo quarta di copertina, faccio una foto per Instagram per condividere la mia gioia da lettrice/fan, lo risfoglio, leggiucchio frasi qua e là e dopo una buona mezz’ora mi ricordo che in realtà avevo da fare tutt’altro in mattinata e cerco di ricordare cosa stesse accadendo nella mia vita prima dell’avvento del postino, uomo adorabile nonché indispensabile. Ma comunque il libro non lo mollo: me lo sono tenuta tutto il giorno sulla scrivania,per compagnia! 😛 lucianoligabue.jpg

Non vedo l’ora di leggerlo anche perché parlo proprio di questo libro nel mio ultimo articolo di Youpopcorn.net : ahimè, mi dimentico di aggiornarvi, non sempre pubblico anche qui l’articolo che mi riguarda e mi spiace perché mi piacerebbe essere più costante e sapere che ne pensate anche voi. Ora, non so quali articoli io abbia dimenticato di comunicarvi ma quello di questa settimana lo trovate a questo —–>link<—-

Come dicevo si parlerà di Ligabue ma non solo,perché ci saranno anche Vecchioni,Venditti e Guccini e si argomenterà riguardo la loro abilità di scrittori; sono stati tutti e quattro ospiti del Salone del libro di Torino(io devo assolutamente andarci prima o poi,spero l’anno prossimo sia il mio anno,accidenti!!!!!) presentando il loro ultimo libro. Dalle note di un pentagramma alle parole su pagine e pagine bianche, hanno dimostrato che spesso non basta il tempo di una canzone per poter raccontare tutto ciò che hanno da dire e così il mondo dell’editoria viene in loro aiuto. Nell’articolo Vi parlo di questo e vi presento i loro libri.

Fatemi sapere se avete letto una di queste nuove uscite o se conoscete altre opere di questo nuovo genere letterario dei cantautori scrittori 🙂

 

Una nuova casa per i nostri libri!


Forse ve lo avevo già accennato…

Lo scorso novembre il comune ha chiuso la biblioteca in cui ero iscritta dai tempi delle elementari. La frequentavo da più di dieci anni: due stanzette piene zeppe di libri,scaffali stracolmi e polverosi che nascondevano nuove uscite e vecchi tesori; le mie prime letture iniziarono lì,nel reparto bambini,tra volumi colorati e illustrati per passare poi subito dopo (forse troppo in fretta) nella stanza delle letture “impegnate”. Conoscevo bene quella biblioteca, ormai mi ci sentivo a casa: sapevo dove avrei trovato qualunque cosa senza problemi e negli anni ,sebbene abbia frequentato anche altre biblioteche e mi sia tesserata altrove, quella rimaneva la mia prima scelta! Non ho mai smesso di andarci. Quando ho scoperto che chiudeva i battenti mi si è fermato il cuore per un attimo; mi sono recata in quella piccola biblioteca di Via Bari fino agli ultimi giorni e vedere i libri che pian piano lasciavano gli scaffali per scomparire in grandi scatoloni mi riempiva di malinconia…

In questi mesi c’è stata una movimentazione generale per far sì che la biblioteca trovasse una nuova sede e riaprisse i battenti; era diventata una sfida condivisa da tutti, perfino da gente che non aveva mai messo piede in biblioteca ma che, come spesso accade, abbraccia le guerre altrui anche solo per principio,per il gusto di lamentarsi contro burocrazia e istituzioni ,al suono de “La cultura non si tocca,il comune deve rivedere le sue priorità”.

Fatto sta che ieri, 26 maggio 2016 la biblioteca è stata inaugurata in una nuova casa. Ero contenta,davvero tanto! Una posizione nuova, migliore dell’altra; una casetta bianca con un giardino in cui verranno posizionate panchine e tavolini per potersi fermare a leggere all’ombra dei grandi alberi che circondano la struttura. tumblr_lyi6g63hoi1r98x8ko1_250All’interno è piccola,forse più di prima ma è stato bello poter di nuovo passeggiare tra i miei libri, riconoscere quei tomi che spesso avevo ospitato a casa mia e quelli su cui i miei occhi curiosi si erano posizionati più volte andando a riempire la mia To Be Read List mentale.Insomma, è stata una vera gioia essere lì e quindi ,presa dall’entusiasmo del momento, non ho potuto fare a meno di prendere un libro e portarlo a casa (sebbene sia già abbastanza in ritardo con la restituzione dei libri all’altra biblioteca! Ma ssshh, non diciamolo in giro).

agnes

*Prendo questo*

 

Trovare la mia bibliotecaria di fiducia seduta nella sua nuova postazione mi ha rassicurata; non vedo l’ora di poter sentirmi a casa anche qui.

Ogni tanto le cose belle accadono!! 🙂

web

Un Lunedì un po’ così


Se fossi davvero un panda sarebbe un lunedì migliore?! Inizio a pensar di sì 🐼

image

Ebbene sì,ho appena scoperto Snapchat in linea con il resto dell’umanità e non ho ancora capito se mi piace o meno.
Che poi non ho nemmeno afferato il motivo per cui questa app conquisti i cuori di tutti… Dovrò studiarla ancora un pochino per poterlo dire. Intanto Per oggi va così 😀
Buon lunedì.

Etciù! Giao Gende!


Raffreddada! Non gi Voleva Broprio. la-gioconda-raffreddore-bon-ton-buone-maniere-pendolari-treno-lavoro-scuola-non-si-dice-piacere-blog

Insomma il primo raffreddore dell’anno è stato preso. Infreddolita e con i sensi un po’ offuscati mi accingo ad affrontare questo spumeggiante weekend.

Ovviamente non ho grandi programmi se non guarire entro lunedì, perché inizierò di nuovo le lezioni universitarie e andare ad ascoltare ore e ore di lezione ovattata nel fantastico mondo del raffreddore non è il massimo!

Comunque poteva andarmi peggio, mi godo un po’ di dormite extra e letture pomeridiane che non mi sarei potuta concedere se fossi stata bene. Un po’ di bivacco non fa mai male ehehehe

Oggi è stato anche pubblicato il mio articolo sulla fotografia, c’è una mostra che si prospetta niente male,è a Roma e appena sarò in vena di uscite andrò a dare un’occhiata.

Le info qui —-> Via! La mostra fotografica che porta istantanee dal mondo al cuore di Roma   <—– le riflessioni sulla fotografia e il suo incidere sulle nostre vite anche.

Fatemi sapere se l’avete già vista, se vi interessa, cosa ne pensate e soprattutto come state,che fate. Insomma quello che volete.

Buon Weekend a voi e..eeet…etttcc….

sette-nani-85627  …E.. niente, per ora solo ciao!! 😉

web

Novità: comunicazione di servizio


Ciao amici!

Oggi vi volevo parlare di una novità che mi riguarda: Ho iniziato a collaborare con un sito, Youpopcorn.net 

E’ un sito giornalistico gestito da giovani menti *eheheh* in cui si parla di cinema, televisione,teatro,musica,gastronomia INSOMMA l’arte la fa da protagonista e verrà analizzata da diverse prospettive.

Oggi è stato pubblicato il mio articolo d’esordio e , se avrete due minuti liberi, vi invito a leggerlo e perché no, anche a mettere mi piace alla pagina Facebook del sito in modo da non perdere nessuna novità.

Io, se tutto andrà come previsto, dovrei riuscire a scrivere un articolo alla settimana e ve lo presenterò su wordrpress appena pubblicato.

Sono contenta di intraprendere questa nuova avventura; essendo una neo-collaboratrice non ho una rubrica tutta mia per cui ogni settimana scriverò di qualcosa di diverso, sperimenterò anche categorie in cui magari non avrei mai pensato di ficcanasare; ad ogni modo mi sento pronta a mettermi alla prova!

Vi dirò, è una semplice collaborazione su internet, ma ho atteso con ansia che il primo articolo venisse messo online.

Per rompere il ghiaccio ho scritto di serie tv, ovvero Pregi e difetti delle migliori 5 serie tv in costume.  Immagine

E voi lo subite il fascino di epoche storiche così lontane ma allo stesso tempo così vicine a noi, vive nel vostro immaginario? In tal caso non avreste dovuto perdervi queste 5 serie tv di cui parlo. Fatemi sapere che ne pensate, una volta letto l’articolo.

Sono già all’opera per scrivere il prossimo pezzo che sarà di tutt’altro genere e un pizzico più impegnativo.

Bene, la comunicazione termina qui. Stop. I link li trovate sparsi nel testo, ben evidenziati non potrete sbagliare. Spero abbiate voglia di condividere con me la giuoia di questo momento.

Avevo voglia di condividere con voi questa sciocchezzuola. 😀

web

Profumo di Febbraio


Questo primo mese dell’anno a me è letteralmente volato. Non sono mica riuscita a inquadrarlo questo 2016. Per me profuma ancora tutto di novità e buoni propositi; aleggia una certa euforia nelle mie giornate e non so bene a cosa sia dovuta. O forse lo so benissimo ma ho paura di dirlo ad alta voce, paura che fugga via…

Delle volte mi rendo conto che le mie giornate sono piene di emozioni, spesso contrastanti tra di loro, ma sono tante, troppe e non ho abbastanza parole a disposizione per esternarle. Per cui le racchiudo in un sorriso strano, in qualche espressione buffa o in un eccesso di ilarità. E so che sono lì e mi piace.

Febbraio. Il mese più corto. Ed io non mi aspetto nulla da questo mese. Onestamente mi va bene così, può trascorrere lento e silenzioso o decidere di regalarmi qualche gioia inattesa. Le aspettative non le ripongo più nei mesi o nei giorni e nemmeno nelle persone. No,no. Le aspettative le ripongo in me stessa. E questo cambio di prospettiva è una conquista recente. A me piace. Insomma un’evoluzione del mio chiudermi a riccio: non so bene quando e come ricomincerò a fidarmi degli altri ma una cosa è certa,voglio fidarmi di me stessa, delle mie incertezze e insicurezze,dei miei sbagli e delle mie decisioni prese dopo ore di monologhi silenziosi.

In me racchiudo grandi aspettative e penso che nessuno come me stessa possa sapere come conviverci. Non pretendo poi chissà che e alle delusioni ci siamo già ben abituati tutti. Per cui vada come deve andare.

Che poi i giorni volano via, marzo non ci metterà molto ad arrivare e io saprò sicuramente come cambiare prospettiva per accoglierlo con una novità, da brava lunatica in questo sono niente male,le idee sono fatte per essere cambiate a piacimento.

A Febbraio indosserò queste,poi chissà…

web