Nati sotto il segno del Cancro


I compleanni estivi sono quelli in cui accendi le candeline sul gelato anzichè sulla torta e non sai se si scioglierà prima il cioccolato o la cera colorata, ma le foto riescono a catturare l’attimo in cui con 40 gradi serali tu sei tutta convinta di fronte a quella fiammata multicolore, pronta a soffiare ed esprimere il tuo desiderio (prima che avvenga l’inevitabile).

I compleanni estivi sono quelli in cui fa caldissimo anche stando fermi ma per abbracci e baci con annesse tirate d’orecchie si fa deve fare per forza eccezione. 

I compleanni estivi sono strani, li festeggi anche per più giorni consecutivi perché crescendo le vacanze programmate, le sessioni d’esami e gli impegni vari ci rendono tutti irreperibili a fasi alterne. 

I compleanni estivi sono pur sempre un compleanno e ci sono le chiamate lunghissime, gli sms di chi non senti da un po’ e gli auguri di chi malgrado tutto sa che ci sei anche tu e si ricorda sempre di te. Per fortuna.

24 ore in cui si passa una linea di confine, ma si sa, i cambiamenti non avvengono da un giorno all’altro, si cresce passo passo.

Ed insomma, i compleanni estivi son così: imprevedibili e poco raccomandabili. Proprio come me 😎😂

Luglio,ciao!


cover-570x497Primo luglio. Ultimamente scrivo sempre post nel primo del mese e poi le giornate mi volano via e io non so bene dove le trascorro. Ma non è una cosa voluta.

Sfogliavo proprio ieri il diario di quest’anno: qualche biglietto, le pagine raggrinzite che portano i segni di una calligrafia che da sempre è stata fin troppo marcata, come a voler inserire le parole di peso sulla carta-mica fuggono via, non lo sai?- alcune pagine sono ordinate,ben compilate, altre hanno solo elenchi, in alcune si vede che stavo scrivendo di fretta, ci sono cancellature.. Le frasi scritte a matita colorata sono le migliori: citazioni,qualche appunto,idee, cose da ricordare,extra della giornata. Insomma sfogliare i diari ha il suo perché. Ti soffermi su quella giornata e ti sembra di rivivere per un attimo il momento in cui scrivevi. Guardi il pezzettino di scotch che tiene su uno scontrino e pensi a quanti soldi hai speso per essere felice quella sera, oppure all’adesivo che regge lì braccialetto della fortuna che decise di spezzarsi senza preavviso, chissà che desiderio avevi espresso facendo il nodo… E’ passato solo un anno e non lo ricordi, però ti dici che se si avvererà te ne renderai conto,sei certa. Con orrore sorridi di qualche disegno abbozzato- non sai disegnare è risaputo però hai voluto lo stesso darne prova,così per non lasciare alcun dubbio. Siamo alla precisa metà, sei mesi se ne sono andati e sei ne devono arrivare. Caso ha voluto che questa analisi avesse una scadenza così netta, clinica, non è da te, o forse sì. Chissà. Se ripensi ai mesi passati sembra non sia successo nulla, sguardo veloce e no, non ti viene in mente nulla. Però concedendoti qualche minuto in più i ricordi riaffiorano: non è un metà anno da buttare, dai.

Questi che salutano i mesi non li ho mai capiti. La prima sono io. Ma che vuol dire “benvenuto luglio”? Nulla. Però io lo scrivo. E’ giusto salutare i nuovi inizi, oh, metti che porta bene? La superstizione non è mai abbastanza, soprattutto se le accortezze non costano nulla e non sono invadenti.

Dunque Benvenuto Luglio, mese caldo, fin troppo caldo; il mese delle vacanze che iniziano tardi; il mese che mi porta vanti di un anno con il compleanno che i più si scordano perché è estate ma sicuramente i più seri saranno lì pronti a tirarti le orecchie…Il mese in cui dovrei essere qui a postare le foto del mare ed invece al massimo vi posso postare la foto del terrazzo che ormai è diventata la mia area studio quando non sono piazzata sotto al condizionatore.download (1)

Beh, benvenuto Luglio, nuovo mese…Io invece straparlo,come nei mesi scorsi! Daje. 😛

Se non mi trovate…beh non cercatemi 😄


image

Il mio mare ♡

Smartphone a casa. Sole. Mare. Sabbia. Vento. La mia lettura del momento.
Stop.
Io direi che in certi casi la mancanza di casa non la si sente proprio.
Chiunque mi avesse cercata ieri di sicuro non ha pensato che fossi qui! E il consiglio per tutti è stato : se non mi trovate…beh smettetela di cercarmi 😉

Partenze..senza fuggire


Insomma,questo è stato un periodo decisamente impegnativo…Diciamo che da gennaio è stato un continuo corri-corri. Però sono finalmente arrivate le vacanze: io stacco un po’ dai miei impegni,dalle mie tabelle di marcia e possibilmente anche dal mio cervello surriscaldato 😛
RIPOSO dovrebbe essere la parola chiave.
Ho letto che molti di voi questo periodo staccano anche con il blog ma io no! Alla fine per me il blog è uno svago. Continuerò a leggervi, seguirvi e spero anche di avere qualcosa da raccontarvi di interessante 🙂
Io stacco…ma solo dalle cose tediose e pesanti della routine!
Saluto Roma, che in quanto a caos nella mia vita occupa un posto importante! Con lei,solo con lei,ci si rivede tra un mese.. 😉

image

Partenze.

Sfogliando il calendario


Immagine

 

Le scadenze da quando ho iniziato la vita universitaria hanno un peso maggiore nelle mie settimane. Sfoglio il calendario molto più di frequente e sono costretta ad annotarmi di tutto perché non sempre la memoria mi assiste! E beh oggi mi sono accorta che siamo già al 1° Luglio!! E osservando bene il calendario mi sono resa conto che ci sarà a breve(brevissimo) il mio compleanno: meno di 120 ore e dovrò dire “ciao” alla mia fase teen ed entrerò a far parte del mondo dei ventenni! Insomma ci sarà il cambio decina. Non so bene quali siano le mie opinioni a riguardo: cioè i 18 anni sono stati un grande cambiamento ma anche i 20 non scherzano. Così mi sono subito messa a fare una valutazione rapida della mia vita: arrivati ai vent’anni il mio bagaglio di esperienze sarà abbastanza carico? Avrei dovuto viaggiare di più? Avrei potuto conoscere più persone? Forse sarei dovuta essere meno riflessiva e lanciarmi più in imprese imprevedibili….!? Però dopo questo improbabile questionario, messa da parte l’ipotesi di una mia vita in stile  Indiana Jones (che è di quanto più lontano possibile dalla mia natura), ho capito che alla fine non posso cambiare quello che è stato ma posso sicuramente ancora decidere cosa fare dai miei vent’anni in poi, posso ancora decidere “cosa fare da grande” 😉  Ragion per cui arriverò di fronte alla torta con una marea di desideri da esprimere(che non posso dirvi, altrimenti non si avvereranno!! ssshh), conterò fino a tre, soffio deciso e VIA: che vent’anni siano! 

Ma Luglio non sarà solo il mese del mio compleanno, non sono così egocentrica o importante(per ora 😛 ). Luglio è il mese delle tanto attese vacanze: mare,sole, amici e un po’ di relax. Ecco, mi sarebbe piaciuto fare un bel viaggio ma anche per questa estate dovrò mettere da parte il mappamondo,le cartine e la macchina fotografica e accontentarmi dell’aria di mare. Non so ancora cosa mi riserverà questa estate, non mi aspetto nulla di particolare ma spero che quando arriverà il momento di archiviarla lo farò con un sorriso( e una abbronzatura eccellente). 

Da oggi abbiamo a disposizione 31 giorni, “nuovi di zecca”, sfruttiamoli al meglio e se non dovessimo essere soddisfatti…beh abbiamo sempre Agosto per riprovarci! 

Possiamo dare ufficialmente il Benvenuto a Luglio!