Oltre le pagine

Oggi a Milano presso la Fondazione Feltrinelli è stato presentato il cortometraggio realizzato da Paolo Genovese dal titolo “Oltre le pagine”.

Mi è piaciuto molto come Genovese ha introdotto il suo lavoro: il cinema che incontra la letteratura ed i lettori. Il video è stato creato con l’intento celebrare in qualche modo la lettura e incuriosire le persone, o perché no, convincerle a regalare un libro a Natale.

Le storie racchiuse nei libri sono le stesse per tutti ma quello che cambia è il modo in cui ognuno di noi proietta i propri sentimenti in ciò che legge.

 “I libri hanno il potere di intrattenerci, di emozionarci, di divertirci, di farci commuovere. Quante storie diverse possono raccontare? “

I libri in questo cortometraggio diventano veicolo di emozioni, se così vogliamo dire 🙂 

Sulle pagine social de’ La Feltrinelli troverete il video della diretta con gli interventi del regista e altri ospiti. 

Ma per ora, datemi retta, regalatevi 4 minuti d’amore e guardate questo video. Adoro Genovese e anche questa volta, secondo me, ha guardato le cose dalla giusta prospettiva ♡ 

Forse ho detto anche troppo; a me è piaciuto molto, spero colpisca anche voi. 

Annunci

14 pensieri su “Oltre le pagine

      • Judith ha detto:

        Io mi sentirei un po’ inquieta e stalkerata a dire il vero, pero’ se hai il presentimento che sia una persona che conosci ed hai bene in mente chi e’ il soggetto corteggiatore e’ un percorso decisamente romantico…

        Mi piace

      • Infatti nella realtà non è da ripetersi alla lettera secondo me! Queste son cose che piacciono al cinema dove riesci a coglierne il romanticismo senza fraintendimenti 😅
        Io al secondo pacchetto recapitatomi chiamerei carabinieri, Swat e i ninja, nella vita reale.

        Liked by 1 persona

      • Judith ha detto:

        Ioaggiungerei anche che secodo me i libri lasciati appesi al filo, o nel cestino, o appoggiati su un tavolo… non riuscirebbero a durare sino a che l’ipotetica lei arrivi a prederli, temo verrebbero fregati prima non giungendo mai al destinatario ^__^” ( chisssa’ quante storie d’amore non sono mai iniziate per colpa di questa cosa!!)

        Mi piace

      • Eh sicuramente tante! Viviamo in tempi bui, non c’è spazio per il romanticismo, qua rubano anche la bici su cui sta seduta la ragazza se non stiamo attenti … Figurati i libri lasciati in giro 😅

        Liked by 1 persona

  1. Vittorio Tatti ha detto:

    Sinceramente non vedo la necessità di annacquare la scrittura con altre forme d’arte, come se la prima non avesse una propria anima e le servisse un valore aggiunto per emergere.
    Vabbè che siamo la società dell’apparenza, quindi contano solo foto e video…

    Mi piace

      • Vittorio Tatti ha detto:

        Snatura la scrittura (e la capacità di pensiero che essa genera), perché la gente viene attratta maggiormente dall’arte visiva.

        Mi piace

      • Non parliamo di un sunto video delle trame di libri per cui se devi scegliere tra leggere o guardare, vince la seconda. È un’opera in cui libri e cinema trovano punto di incontro senza danneggiarsi a vicenda, coesistono.
        Ma capisco che potremmo continuare a dirci le stesse cose per ore senza arrivare a una conclusione.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...