Liebster Award

liebster-img

Ho ricevuto diverse nomine ultimamente ma parto a rispondere dall’ultimo tag in ordine cronologico! Mi piacciono i Liebster Award ed era un po’ che non ricevevo 11 domande così, quindi eccomi pronta a rispondere. Grazie  Bianca  !! 

1.Cosa leggevi maggiormente da adolescente?  Thriller e Polizieschi: ciò che trovavo maggiormente in casa, essendo la passione dei miei genitori. E poi i romanzi per ragazze, quei libri da copertine con colori sgargianti e storie di adolescenti come me alle prese con primi amori,amicizie travagliate e qualche problema di troppo.
2.Hai mai riletto un libro che Amavi e l’hai trovato insulso, rimanendo con il dubbio: ma cosa ci avevo visto di così straordinario? Non rileggo libri. Nemmeno i miei preferiti, questo perché penso di avere così tanto di nuovo da scoprire da non aver tempo per rileggere qualcosa che ho già assimilato precedentemente. Ma sicuramente risistemando la libreria spessa mi sono chiesta “perché buttavo soldi così?!” 😛
3.Sarebbe meglio imparare ad “usare” la TV o i giornali d’informazione? Usare la tv, ovvero imparare a conoscere quali sono i programmi validi e quali no, chi ci fornisce vere informazioni e chi fa solo sciacallaggio. Imparare a rielaborare le informazioni e approfondire i concetti e non rimanere davanti ad uno schermo per ore senza mai porsi delle domande, prendendo per buono tutto ciò che ci dicono. Questo secondo me è saper usare la tv. I giornali li vedo più intuitivi: è buona abitudine leggere notizie su testate differenti, ma non bisogna saperli usare,basta acquistarli e dedicargli tempo(secondo me!) invece la tv avrebbe bisogno di una guida pratica all’uso.
4.La posizione più comoda in assoluto per leggere? Gambe incrociate e una parete o spalliera su cui poggiare la schiena! Poi potrebbe essere ovunque: panchina,per terra a casa, muretti,scalinate…
5.Se trovi ricette nei libri che leggi provi a riprodurle? (passa qualche ricetta che ti è piaciuta eventualmente😉 ) Non mi è ancora capitato in realtà ma penso che potrebbe succedere.
6.Sei mai andat* in biblioteca? Com’è stata la tua esperienza? Sì, ci vado da sempre e ne parlo spesso,forse troppo! Sono iscritta da quasi di 15 anni e una volta fatta la tessera non ho più mollato le biblioteche. Le trovo fantastiche: mi permettono di spaziare tra generi e autori sconosciuti, scoprire libri che probabilmente se avessi dovuto comprarli non avrei mai letto e poi mi piace il concetto di “libro alla portata di tutti”. Sono una fan sfegatata delle biblioteche.
7.Credi sia più importante seguire le proprie inclinazioni nella scelta del percorso di studi da seguire o la richiesta del mercato del lavoro? Credo che sia importante prendere coscienza del mondo in cui viviamo ma allo stesso tempo penso che sia impossibile intraprendere un percorso di studi senza avere passione per quella materia,per quel campo, per quello che si andrà a studiare. Il mondo del lavoro è un mondo apparentemente chiuso a noi giovani ma io non me la sono sentita di fare una scelta in base a quello che il mercato avrebbe potuto preferire da me. E’ già dura proseguire gli studi, ci sono rospi da ingoiare e difficoltà da affrontare, non ci possiamo permettere di fare scelte infelici e poi sopportare tutto ciò. Non so ancora cosa farò da grande ma so che ,seppur difficile, la strada che ho intrapreso è quella che mi piace! E questo conta molto.
8. 40° all’ombra in costume da bagno alle Maldive, oppure -10° fuori e tu dentro casa sotto una copertona, infinita fornitura di tè e biscotti e una libreria piena di libri che non hai mai letto provenienti dalla tua wish list? Casa,freddo,biscotti,libri! Assolutamente.
9.Mangiare per vivere o vivere per mangiare? Una via di mezzo?! Vivere solo per mangiare è riduttivo,mangiare per vivere è ovvio.
10.Se potessi partire ora per una qualunque meta, fantastica o reale che sia, dove andresti e perché? Forse in America perché vorrei girarla tutta e scoprire se è davvero come me la immagino,come l’ho scoperta nei libri o intravista nei film.
11.Cosa chiedi a Babbo Natale quest’anno? Non ho ancora deciso in realtà, amo le sorprese! So per certo che non sbaglierà nemmeno quest’anno,mi conosce bene 🙂

Annunci

6 pensieri su “Liebster Award

    • E’ una scelta importante,inutile dire il contrario! Secondo me devi scegliere secondo ciò che realmente ti piace fare, i calcoli sul mondo del lavoro sono sì rilevanti ma non possono condizionare la tua scelta al 100%… Se entri in una facoltà e non ti piace ,come puoi pensare di passare tutta una vita a lavorare in quell’ambito? Vale la pena?
      Segui le passioni,valuta bene tutte le alternative,qualcosa verrà fuori,non si può essere scoraggiati in partenza 😉

      Liked by 1 persona

      • Scusate l’intrusione ^^ Anche io penso che sia importante che ti piaccia ciò che fai, non solo perché altrimenti ti garantisci una vita davvero insoddisfacente, a dir poco, ma poi la qualità del tuo lavoro come sarà? Quanti “professionisti” conosciamo che fanno un lavoro approssimativo, incompleto, con l’apatia e la totale mancanza di professionalità? Non credo che per tutti sia una questione di “personalità”, piuttosto penso che sia totale disinteresse per il percorso scelto e questo, a livello di prestazioni, nel mondo del lavoro si vede 😉 In bocca al lupo!

        Mi piace

  1. Grazie! Che belle risposte! Praticamente hai risposto come avrei risposto io alla maggior parte delle domande! O,o
    Io ho fatto il Servizio Civile solo perché quell’anno uno dei bandi era un progetto in biblioteca, e come potevo farmi scappare l’occasione più unica che rara di lavorare in una biblioteca??? E’ stato un lungo anno di occhi a cuoricino 😀
    Anche io leggevo per lo più Gialli e Thriller da adolescente, ma niente romanzi per ragazze, io mi buttavo sui classici (sembro secchiona ma non lo sono per niente ;-P ).

    Mi sono davvero piaciute molto le tue risposte! Grazie ancora per aver partecipato, sei stata troppo carina!

    Mi piace

    • Bellissimo lavorare in biblioteca!! Un sogno 😍
      Io invece ai classici sono arrivata più tardi, perché, eccezione fatta per quelli imposti alle medie, la vera passione per la letteratura mi è arrivata al Liceo e da allora sono una affezionatissima del genere 🙂
      È stato un piacere partecipare 😉 Buona giornata!!

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...