Come sarei ora?

Raramente nella vita ho intrapreso una strada facile a discapito della difficile. Niente scorciatoie. Non che sia un eroina o una masochista ma solo Perché sembra che ciò che mi interessa,quello che mi piace, debba necessariamente trovarsi a fine di una strada tortuosa e tutta rigorosamente in salita. E sei lì a rimboccarti le maniche ed affrontare anche l’ennesima sfacchinata. Non c’è altra soluzione (se non è che si decide di rinunciare,ovvio) 

È faticoso,sì, ed a tratti destabilizzante, un po’ innervosisce e allo stesso tempo ti annienta psicologicamente. Tutte quelle peripezie,quei no,ritenta! ; un labirinto da cui sembra non riuscire a trovare l’uscita senza sbattere prima il muso su qualche parete chiusa. Il filo di Arianna non era previsto nemmeno sta volta. 

Ed ogni volta che devi prendere una decisione sei in bilico e ti chiedi se anche sta volta ti toccherà armarti e partire…

Non ha senso lamentarsi. Né mi pento delle mie scelte. Tutto questo non mi ha mai fatto dimenticare l’obbiettivo,il perché mi fossi imbarcata in una tale situazione… In fondo ci ho sempre pensato molto prima di una scelta, sono una indecisa che soppesa fin troppo le situazioni.

Però mi chiedo come sarebbe andata se invece avessi preso una strada più semplice? Come sarei ora? Solo Meno stanca,meno nervosa, meno preoccupata? 

O sarei meno me stessa? 

Non è dato saperlo. Forse va anche bene così. 

Annunci

12 pensieri su “Come sarei ora?

    • SI perché finiamo sempre ad impantanarci in tutti quei “e se invece,e se avessi…” senza poi trovare risposta, si rimane solo con i dubbi e l’umore ne risente! Però è una cattiveria a cui difficilmente diciamo no…

      Mi piace

  1. Saresti meno te stessa? Si e no, o meglio saresti un’altra te. Io ad esempio sono un’istintiva, mi stufo a star lì a pensare, a rimuginare sulle cose. Per questo molto spesso sbaglio, ma son convinta che sbaglierei molto anche se soppesassi ogni mia singola scelta. Perché non esiste una via giusta o sbagliata, ma solo la nostra strada, quella che ci porterà ad un upgrade di noi stessi. Se questa nuova versione sarà migliore o peggiore della precedente, solo il tempo potrà dircelo.

    Mi piace

  2. Non sai quanto condivido il tuo pensiero! Non ho una grande esperienza, ma per quello che ho provato, posso dirti che con bassissimo margine d’errore, prima o poi le fatiche restituiscono qualcosa. Certo è frustrante il percorso che porta a quei risultati. Ma come penso tu ben sappia, ad ogni cima che si conquista, il panorama diventa sempre più mozzafiato e quella frustrazione lascia il posto a qualcos’altro. E penso sia la meravigliosa consapevolezza di avercela fatta 🙂

    Liked by 1 persona

    • Eh si è frustrante perché delle volte penso che sia davvero assurdo dover sopportare tutto ciò senza avere mai una strada spianata o comunque un’occasione per poter raggiungere un obbiettivo in maniera lineare senza troppi affanni…
      Ma sono d’accordo sul fatto che poi le soddisfazioni arrivano e non perché c’è riconosciuto qualche merito da altri ma perché arriviamo su vette altissime grazie solo a noi stessi e ci godiamo una bella vista,hai ragione! Potersi congratulare con noi stessi non è cosa da poco 🙂

      Liked by 1 persona

  3. E’ bene farsi queste domande, comunque però penso che la risposta sia la seconda. Saresti meno te stessa o più lontana da quel che vorresti essere. Costa fatica, ma è la strada giusta 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...