New york Times ai lettori

Dieci domande che ho trovato in questo post di —> Balente  e che il New York Times ha posto ai lettori. Lo sapete che ogni tanto approfitto per parlare di libri tramite tag o articoli vari e quindi ecco le mie risposte.

images.jpg

1. Quale libro stai leggendo in questo momento? Ritratto di Signora di Henry James. Sono solo alle prime 350 pagine (su 650) ma lo trovo ben scritto,interessante. Probabilmente arrivata all’ultima riga ve ne parlerò per bene in un post dedicato perchè sto decisamente rivalutando questo autore che ai tempi del liceo mi fece storcere il naso.
2. Qual è l’ultimo grande libro che hai letto? Consigli ad un aspirante scrittore: i diari e le pagine di appunti di Virginia Woolf mi hanno entusiasmata e mi hanno permesso di conoscere a fondo ed in maniera del tutto differente tratti della personalità di una scrittrice che da sempre amo e di cui pian piano cerco di recuperare tutte le opere. Davvero un bel libro che mi ha dato molto su cui riflettere come lettrice e “scrittrice” non impegnata.
3. Se potessi incontrare un grande autore – vivo o morto – chi sarebbe? Cosa gli chiederesti? Oriana Fallaci. Mi farebbe piacere sapere da lei come avrebbe analizzato i nostri giorni dal punto di vista sociale,politico,economico,morale….E le farei leggere qualcosa di mio per sapere che ne pensa e poi farmi consigliare qualcosa da leggere,qualche autore che lei ha amato o odiato ma ha considerato fondamentale.
4. Quale libro saremmo sorpresi di trovare sugli scaffali della tua libreria? Amore 14 di Moccia. Brutta storia lo so ma alle medie lessi i suoi libri e finii per comprarne uno.

5. Come ordini la tua libreria? Non ho una libreria enorme per cui per ragione di spazio i libri sono posizionati in maniera comoda  e da poterne impilare il più possibile su uno scaffale senza spreco di spazio. Non ho interesse a vedere i colori ben abbinati o le edizioni uguali affiancate,un pò di caos variopinto non mi dispiace. Tendo a mettere su uno stesso ripiano i libri ancora da leggere,che siano miei acquisti o prestati, e poi quelli che mi sono piaciuti di più cerco di metterli in prima fila. Il resto è ordinato sì ma senza una logica.
6. Quale libro desideri leggere da sempre ma non l’hai ancora fatto? Quale libro ti vergogni di non avere ancora letto? Vorrei leggere Da anni ormai Anna Karenina ma non avendo un buon rapporto con la letteratura Russa ho sempre rimandato,aspetterò il momento giusto. Di vergogna non ne ho perché tempo per leggere ne ho ancora molto e posso sempre recuperare però potrei dire che mi crea quasi disagio non aver mai letto Il piccolo principe essendo il libro che hanno letto apparentemente tutti anche coloro che non toccano libri dalle elementari… Quindi mi sono ripromessa di recuperarlo!
7. Deludente, sopravvalutato, semplicemente brutto. Quale libro avrebbe dovuto conquistarti ma non è accaduto?  Baricco e i suoi scritti: me ne avevano parlato come geniali,profondi,immensi… Ed io ne ho letti diversi,tre o quattro libri, e in realtà li ho trovati strani,non tutti bruttissimi ma poco ci manca. Mi sembra che lui scriva del nulla,metta qualche bella frase qua e là e non trasmetta nulla. Ovviamente mio personale parere. Ripeto, qualcosa mi era anche piaciucchiato ma per me è uno stile assurdo il suo. Mi aspettavo molto di più e per non fermarmi alla prima apparenza,pensando di aver beccato l’unico libro fatto male ne ho provati altri ma son rimasta delusa nel complesso.
8. Che tipo di storie ti attirano? Da che generi ti tieni lontano, invece? Sperimento in lettura: prima di escludere un genere in particolare provo comunque a leggerlo prima. Negli anni ho capito che la fantascienza non fa per me, non amo i romanzi distopici e mi tengo alla larga dai nuovi erotici young adult e via dicendo… Tutti generi che ho bene o male messo alla prova e poi escluso. Penso che poi ognuno preferisca determinati autori e determinate storie,la lettura deve essere un piacere e non obbligo. A me piace leggere i classici della letteratura Inglese e Italiana, i romanzi gialli, i Thriller, romanzi contemporanei…
9. Puoi far leggere un libro al Presidente. Quale sceglieresti? Un uomo di Oriana Fallaci: penso che sia un libro importantissimo per chi fa politica. Ricorda cosa vuol dire lottare per degli ideali,per la libertà, la difficoltà dell’essere vivi veramente e l’importanza di essere onesti,di non arrendersi.
10. Prossima lettura? Non decido mai troppo in anticipo le letture perché dipende sempre dall’ispirazione del momento ma penso che leggerò Il mercante di Luce di Roberto Vecchioni.
classifiche

Annunci

5 pensieri su “New york Times ai lettori

  1. Vittorio Tatti ha detto:

    6: ho lasciato a metà Anna Karenina, ma credo che, prima o poi, lo finirò.
    Il piccolo Principe è, per quanto mi riguarda, uno dei libri più sopravvalutati della storia della letteratura.
    7: Baricco è il classico autora da “citazione su social network” quindi lo evito come la peste per questa ragione.

    Mi piace

      • Vittorio Tatti ha detto:

        Non noioso: ho avuto difficoltà a immedesimarmi nei protagonisti, per l’atteggiamento troppo distante da quello dei giorni nostri.
        Il piccolo Principe andrebbe letto da bambini, appunto.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...