Io dopo questa lettura.

Alcuni libri ti entrano dentro. Non sei tu a sentirti parte della storia, no, solo le storie narrate che si fanno spazio tra i tuoi organi,fra i tuoi sentimenti,fra il tuo vissuto e si piazzano lì,per non andarsene. I libri così anche da chiusi ti osservano,hanno un peso nella tua giornata.

E’ difficile da spiegare ma io avevo proprio un peso sul cuore mentre andavo avanti con la lettura e capitolo dopo capitolo venivo rapita dal racconto;anche nel momento in cui interrompevo la lettura rimaneva aperta la storia,la mia mente ritornava sempre lì. Assurdo,con tutto quello che avevo da fare…

Non si può fare una recensione di questo libro,scritto bene,lineare,divertente a tratti emozionante… Tutte cose scontate. Non è una classica storia d’amore, è una storia di vita di amicizia di sofferenza. E’ qualcosa che va letto e assimilato. Non fatevelo spiegare da me. Leggetelo.

Date una chance a Will e Louisa, vi sconvolgerà scoprire quanto un libro possa cambiare la vostra routine. Non solo per quello che c’è scritto ma soprattutto per tutto ciò che comporta,per quello che di non scritto emerge dalle parole stampate e vi rimane dentro.

E non so che altro dire se non quello che ho scritto in questo post vago e forse poco chiaro,perché io ho appena concluso il libro e sono qui con il magone che mi assale e gli occhi lucidi ad abbracciare un libro terminato in due giorni o poco meno. Perché quando una storia trasmette un’emozione c’è sempre una reazione, non si rimane indifferenti.

Non è un romanzo d’amore classico,non è patetico né scontato. E’ solo da scovare e leggere.

Io prima di te è sicuramente uno dei libri più belli letti fino ad oggi e sono grata a Jojo Moyes per la delicatezza con cui ha creato il romanzo e perché non avrei cambiato una virgola di questa sua storia: perfetta nella rapidità con cui vengono raccontati alcuni avvenimenti,perfetta la sintonia che si crea e come viene presentata quella labile linea che separa in maniera precaria due condizioni simili e differenti ovvero l’essere effettivamente paralizzati e la paralisi della vita dovuta alla paura o all’abitudine;perfetti quei piccoli dettagli che sembrano essere messi lì a caso ma che in realtà hanno un loro peso ed occupano un loro spazio; non cambierei nemmeno il finale perché dopo queste quasi 400 pagine penso che non si possa criticare ma solo provare a capire;si può non essere d’accordo ma sicuramente non si può discutere su quello che accade.Va accettato ed assimilato.

Chi lo ha letto o lo leggerà mi saprà dire. ♡ ioprimadite.jpg

Annunci

12 pensieri su “Io dopo questa lettura.

  1. Ben detto: i libri hanno capacità magiche pericolosissime e sono peggio della polvere: s’infiltrano dappertutto! 🙂

    Avevo già in mente di leggere “Io prima di te” e sicuramente, dopo questo tuo post, l’asticella delle mie aspettative al riguardo è salita moltissimo.

    A me è capitato di provare quel magone che tu descrivi così bene con “Intenso come un ricordo”, di Jodi Picoult. Non è un libro facile da leggere, perché la trama prende snodo dagli avvenimenti della seconda guerra mondiale, soprattutto l’Olocausto, ma il tipo di narrazione ti prende l’anima.

    Liked by 2 people

    • Sono anni che mi riprometto di leggere qualcosa di Jodi Picoult e ancora non ci sono riuscita! E’ il lista 🙂
      Comunque leggi “io prima di te” è straordinario: in realtà è una storia talmente bella che è difficile da spiegare il perchè valga la pena leggerla. Ho adorato il modo in cui l’autrice sia riuscita a trattare un tema così impegnativo con estrema semplicità,senza cadere in frasi scontate o eccessivamente retoriche e patetiche. Non cerca di commuovere a tutti i costi eppure ti prende il cuore. Davvero,io sono ancora emozionata(e solitamente sono una bruttona cattivona :P)

      Liked by 1 persona

  2. Non conosco il libro, ma conosco la sensazione. Mi è appena capitato con l’ultimo libro che ho letto. E’ come se la tua vita si trasferisse momentaneamente tra quelle pagine e ti senti per un po’ alienata dal quotidiano, di cui non riesci più a decifrare correttamente emozioni e sensazioni finché ci sono quelle vissute nel libro ancora non finito… Io ci metto del tempo pure a cominciarne un altro dopo, proprio per questo.

    Liked by 1 persona

    • Esatto: è proprio come hai scritto tu. Ho superato la linea che distingueva la finzione dalla realtà e la storia aveva preso forma come se fosse reale,come se mi riguardasse a pieno. Emotivamente ero e sono tutt’ora completamente coinvolta… Ed infatti sarà difficile riuscire ad iniziare una nuova lettura perché non sono pronta a passare oltre, e poi non saprei cosa possa esserci meglio di questo libro ora come ora 🙂

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...