Elenchi

A quella che tempo fa era una mia amica era stato consigliato di scrivere su un diario una lista giornaliera di cose belle e cose brutte  accadute durante la giornata per rendersi conto che ogni giorno succedevano molte cose e le belle sono quelle che solitamente ci sfuggono di vista,oscurate dalle cattive emozioni ed un eccessivo occhio critico. In questo modo ci si può rendere conto cosa ci è accaduto in 24 ore,puntando l’attenzione su piccoli dettagli che ci hanno reso felici e magari constatando che in fondo la giornata non è proprio tutta da buttare.

E’ una pratica molto diffusa, girovagando su internet, sui social, sono molte le foto e le condivisioni che rappresentano queste liste giornaliere, con tanto di metodica decorazione ,suddivisione e quant’altro.

Qualche volta ho pensato anche io di abbracciare l’idea, di scrivere le mie liste giornaliere, magari non sempre, magari solo per un periodo… magari no!

Non ho mai avuto coraggio di concretizzare la cosa. Insomma, e se a fine serata mi mettessi di fronte al foglio bianco, penna alla mano e non mi venisse in mente nulla di positivo? E se, peggio ancora, non avessi nulla da scrivere in generale? Mi ritroverei a fissare due colonne vuote, dimostrazione che la mia giornata è stata sprecata e quindi sia priva di significato…

Non so come reagirei; un conto è vedersi scivolare via le giornate davanti agli occhi, con il calendario che lancia via fogli all’impazzata e poi arrivare a fare un punto della situazione a ritroso,sommario, senza impegno. Ma diverso è fare stime giornaliere…

original_keep_calm_3O forse sbaglio io. Non dovrei vederla come una valutazione, in fondo non ci sono voti da assegnare e può capitare che in alcune giornate si viva a risparmio energetico, senza malumori né risate! Dovrei viverlo come un allenamento con me stessa, un po’ come quando si scrive una pagina di diario solo che in questo caso sarebbe più schematico,con meno fronzoli.

Non lo so, per ora continuo a pensarci su… D’altronde carta e penna non mancano mai da queste parti, ogni momento potrebbe essere buono per adoperarle.

 

web

Annunci

22 pensieri su “Elenchi

  1. Già alle prime righe del tuo post, ho pensato “Se ci provassi e non mi venisse in mente nulla?” cercando nella giornata appena trascorsa degli appigli con i quali distruggere questa paura flash … Poi ho letto che non sono l’unica alla quale questa domanda ha fatto venire i brividi.
    Mi ha fatto sorridere.
    Beh, penso che l’unico modo per scoprire il resoconto di un avventura (piccola o grande che sia) sia buttarcisi dentro con entusiasmo … E vedere come va.

    Liked by 1 persona

  2. Ho pensato a qualcosa del genere a volte, ma i diari, le cose giornaliere non fanno per me… scrivo se ho l’ispirazione, e se quella non c’è è meglio non scrivere niente… nemmeno elenchi 😉

    Mi piace

    • io in realtà con i diari ho un buon rapporto… Scrivere quando ne sento il bisogno è la prassi ma poter annotare intere giornate o periodi particolari con data,coordinate, mi dà sicurezza. Mi aiuta da sempre a rendere le cose meno sfuggenti. Però con il dover selezionare momenti buoni e negativi non so se avrei la stessa facilità 🙂

      Liked by 1 persona

      • Momenti buoni e negativi? No, non fa per me nemmeno questo… ricordo quando per scegliere la scuola superiore scrivevo pro e contro di tutte le scuole… e non mi ha aiutata per niente 😉 😀

        Mi piace

  3. L’anno scorso ho provato con il “100 happy days”, in cui postavo su Instagram una foto collegata a un momento felice ogni giorno per, appunto, cento giorni. Se da un lato ho trovato l’esperimento sicuramente utile per le stesse cose che hai scritto tu – e cioè che spesso, nella frenesia della vita quotidiana, non ci accorgiamo dei piccoli istanti felici della giornata -, dall’altro mi sono accorta che in alcuni giorni facevo effettivamente fatica a trovare un momento che fosse veramente bello e non una forzatura per non fallire l’esperimento. Forse ho disimparato ad accontentarmi, come tanti altri.
    Tu, se intraprendi l’idea della doppia lista, fammi sapere come la trovi, eh!

    A presto!

    Liked by 1 persona

    • Ah si,si conosco i “100 happy days” ed anche lì mi sono sempre chiesta cosa mai avrei potuto fotografare ogni giorno! Perchè se scriverlo è difficile,cogliere l’attimo e rappresentarlo con una foto mi avrebbe creato anche più disagio forse.
      Comunque è vero: non ci accontentiamo facilmente, ci aspettiamo che una cosa bella sia eclatante,significativa e così l’esercizio finisce per diventare una tragedia, una pretesa anziché una semplice analisi 😀 Io non so ancora se inizierò l’esperimento ma se dovessi provare sicuramente vi aggiornerò e vi saprò dire se effettivamente ho trovato benefici. Magari sarà un metodo per ritrovare un equilibrio 🙂

      Liked by 1 persona

  4. Io sto facendo per la seconda volta #100happydays, la prima su fb con il metodo classico, mentre questa volta lo sto facendo qua su Wp e non cerco un solo momento ma vari momenti, e non metto le foto (anche se non era così difficile trovare delle foto idonee) la doppia lista potrebbe essere controproducente se sei pessimista, mentre per i #100happydays è più semplice perché cerchi solo il bello… e se non è successo nulla di positivo cerchi di fare qualcosa che ti renda felice per completarlo…inoltre è un modo per “notare” le cose positive man mano che accadono mi accorgo di pensare questa potrei scriverla, mentre normalmente le lascerei scivolare via…perché sono piccole cose

    Mi piace

    • Non so, con le foto non sono mai molto a mio agio. Poi magari iniziando ci avrei preso dimestichezza e avrei portato lo stesso a termine la “missione”:)
      Per quanto riguarda la doppia Lista,è vero, è più difficile perché si potrebbe cedere al pessimismo ma Penso che lo scopo sia andare oltre, riuscire a contenere la negatività proprio puntando attenzione sulle piccole cose… Poi non so, se mai proverò saprò dirti con più certezza se è un metodo valido che porta benefici.

      Liked by 1 persona

  5. Cerco di farlo, da inizio anno.
    Tutti i giorni mi impongo di trovare almeno tre cose positive, che sia un caffè con qualcuno, un aperitivo da sola, una torta o un messaggio. Non sempre ci riesco, però ci provo.

    Mi piace

  6. Erik ha detto:

    l’unica cosa che mi sento di aggiungere al post e relativi commenti è che io penso che sia praticamente quasi impossibile arrivare a fine di una giornata e non aver niente da appuntare (sia in positivo o in negativo). Perchè diventi possibile bisogna semplicemente convincersi di non volerlo fare…

    Mi piace

    • Forse hai ragione, magari la mia è una “paura” sciocca… Alla fine già per il fatto che che si scende dal letto si interagisce con il mondo per cui qualcosa di bello o brutto accade sempre,per forza di cose. Poi non bisogna annotare chissà quali eventi,sono le piccole cose di ogni giorno. Probabilmente me ne accorgerò iniziando questo esercizio giornaliero…

      Liked by 1 persona

      • Erik ha detto:

        sai, in ogni caso io non definirei mai sciocca una paura (anche se nel tuo caso, ho notato il virgolettato) perchè una paura non è mai frutto di una decisione ma è qualcosa che viene da parti più profonde…
        per il resto concordo perfettamente con ciò che hai detto, attenderemo allora di cogliere i risultati.. 🙂

        Mi piace

  7. Uno dei più bei libri che abbia letto è un diario di un tizio che è stato diversi mesi in una casetta sperduta nella forseta siberiana, dove….non succedeva mai niente di così particolare.
    L’autore dice che tenere un diario, sapere che a fine giornata si DEVE scrivere qualcosa, spinge a stare più attenti durante il giorno. Insomma, si sta più ricettivi e ci si rende conto di più… si gustano i dettagli.

    Mi piace

    • Mi piace come teoria. E mi incuriosisce il libro che hai letto!
      Effettivamente scrivere ogni sera mi aiuta a fare il punto della situazione… Riuscire a fare l’elenco mirato di cose positive o negative sarebbe un passo avanti nella mia analisi personale della vita,senza fronzoli,solo parole che vanno dritte al punto…

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...