Con le gambe a penzoloni

image

Vi sedete mai sull’orlo dei ricordi, affacciati sul soffice passato, a pensare?
Io ogni tanto si. In periodi come questi mi poggio lì, con le gambe penzoloni, che dondolano a un ritmo tutto loro…
I ricordi che riaffiorano sono tanti. Il presente è momentaneamente in pausa. Giusto il tempo di socchiudere gli occhi e raggiungere certi dettagli..suoni…visi…risate…lacrime…

Mi affascina il meccanismo della memoria. È un dono,irrinunciabile.
Proprio scorsa settimana leggendo Mansfield Park della mia amata Jane Austen ho trovato questo passo che mi ha colpita perché si riallacciava in un certo senso alla mia riflessione…

“Se una qualsiasi delle facoltà della nostra natura umana deve essere chiamata più straordinaria del resto, penso sia la memoria. Sembra esserci qualcosa di più dichiaratamente incomprensibile nei poteri, insuccessi, diseguaglianze della memoria che in una qualsiasi altra delle nostre facoltà. La memoria è a volte così ritentiva, così servizievole, così obbediente per alcuni, per altri così sconvolgente e debole; e per altri ancora, così tirannica, così incontrollabile. Noi siamo, sicuramente, un miracolo per molti versi; ma i nostri poteri di ricordare e dimenticare sembrano essere peculiarmente al di sopra delle nostre possibilità di indagine.”

Piacevoli coincidenze: quando si dice che ,a volte, i libri capitano al momento giusto!

Annunci

2 pensieri su “Con le gambe a penzoloni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...