LIEBSTER AWARDS 4.0

Buongiorno!

Eccomi di nuovo qui a intrattenervi con qualche curiosità sul mio conto 🙂 Ringrazio Erik che nel suo blog mi ha nominata per questo Awards.

Qui di seguito vi riporto le 14 domande che ha pensato per me e le rispettive risposte: ammetto che rispetto agli altri awards in cui mi sono cimentata queste domande le ho trovate un po’ fuori dagli schemi e sicuramente più impegnative; per questo non mi è dispiaciuto dedicargli qualche minuto in più e soprattutto penso non vi annoieranno (naturalmente potrete smentirmi nei commenti a fine post, mi assumo questo rischio 😛 ).

Direi che posso iniziare!

1)Qual’è il tuo sport preferito, e se ne pratichi uno, quale?

Non sono una sportiva. Non amo le competizioni né tanto meno la fatica. Qualche anno fa con una mia amica ci ervamo dette, molto convinte, “Andiamo a correre più volte a settimana, la sera, che ci fa bene!” avevamo organizzato allenamenti ben fatti : siamo durate una sola serata, con un’ora di corsa e due di chiacchiere e barbonaggio su un muretto mentre la gente intorno a noi bruciava calorie e sudava convintissima! Ho praticato per molti anni Taekwondo: ho iniziato titubante, quasi obbligata e poi ho finito per appassionarmi. Non mi sono mai sentita una campionessa ma quelle ore spese in palestra non mi dispiacevano..Ora ho interrotto per via dell’università che ha assorbito gran parte della mia vita ma magari ricomincerò. Per ora mi sono ripromessa di cominciare ad andare in bici con il bel tempo sperando che la pigrizia non abbia la meglio.

2)Con chi divideresti l’ultima caramella rimasta? 

Mmmm.. Probabilmente con chiunque. Non sono golosissima e tendenzialmente il cibo lo divido senza remore. Penso che potrei dare l’ultima caramella rimasta anche a chi non mi sta troppo simpatico, magari con la speranza che si strozzi assaporandola! (OPS! Questa era una cattiveria!!)

3)Ami fare regali?

Sì e no. Vi spiego: impazzisco per comprare regali perché mi faccio troppi scrupoli, sto sempre lì a cercare il regalo perfetto per quella determinata persona, cercando di non essere banale e di riuscire a trovare qualcosa che gli possa piacere e che non sia un regalo di quelli che quando li scarti pensi “toh, la solita pacchianata comprata all’ultimo minuto”. Tra l’altro non compro nulla se non piace a me prima di tutto. Insomma è una tragedia comprare regali però allo stesso tempo adoro fare acquisti e esserne talmente fiera da consegnarli con sorriso a 32 denti e aria gongolante. Ammetto che qualche volta sono stata talmente contenta di ciò che ho comprato da finire con il tenerlo per me e procurarmi un altro regalo per l’interessato! (Lo so,lo so, sono una scorretta ma che ci posso fare?! 😛 )

4)Per cosa o per chi, correresti a perdifiato?

Se avete letto la prima risposta capireste che per veder correre me a perdifiato non può che essere per qualcosa o qualcuno di veramente importante. Penso che si corre quotidianamente a perdifiato per inseguire un sogno, un’emozione, un ricordo..MAI per rincorrere persone. Su questo non transigo. Però per andare incontro a qualcuno assolutamente sì.
5)Amore è?

Questa domanda è veramente difficile. Io penso che non esista una definizione della parola amore: ognuno di noi ha sicuramente una serie di immagini,sentimenti, emozioni, probabilmente anche visi che evocano la parola amore ma sicuramente non è spiegabile a parole. Io ammetto il mio limite: non so darvi una definizione, posso solo dire che è un’insieme di più cose unite tra loro. Una sorta di matassa che ancora non sono riuscita a districare…
6)Serenità è?

Uno stato di benessere. Si è sereni quando non si provano sentimenti contrastanti, quando si sta bene, da soli o con altri; la serenità non è continua ma si può provare più volte a intermittenza. La si può cercare in diverse situazioni ma non avrà mai la stessa faccia: penso che la serenità sia uno stato d’animo in continua evoluzione e di cui non si dovrebbe mai fare a meno.
7)Quale parte del tuo corpo ami di più (con discrezione, grazie…)?

Non penso di amarmi molto..Mi metto troppo in discussione e mi critico continuamente. Se mi avesse chiesto “che difetti hai” avrei potuto iniziare un elenco infinito e dettagliato invece a questa domanda mi trovo quasi impreparata… Diciamo che non amo nulla in particolar modo. Però se proprio devo dirne una Posso dire i capelli?! 🙂 Cioè adoro i miei capelli lunghi perché malgrado non siano mai perfettamente acconciati e composti non mi dispiacciono e non me ne libererei mai.
8)Hai mai pensato di non superare un momento difficile?

Ovviamente. Certe volte mi sento come intrappolata in un labirinto da cui non so uscire. Poi però riesco sempre a superare lo sconforto del momento,a rimboccarmi le maniche e cercare una soluzione…Però non garantisco sulla tempistica della ripresa! 😉 A volte mi ci vuole più tempo per carburare e uscirne..Sono un diesel!

9)Hai paura di invecchiare?

No! Ho paura delle malattie, di star male,di non arrivarci o arrivarci male..Ma della vecchiaia in sé per sé no. Mi affascina in un certo senso immaginarmi tra molti anni, con le rughe, i capelli bianchissimi e un sacco di storie da raccontare,esperienze e cambiamenti vissuti. Mi chiedo se finirò per essere come mia nonna, una vecchina tranquilla,simpatica e con mordente o se finirò come quelle vecchiette che importunano i passanti con le loro chiacchiere,che si lamentano solo e sono anche svampite. Chi lo sa. Magari la mia verità sta nel mezzo…Sicuramente non ho fretta di scoprirlo.

10)Quanto pensi possa durare la tua avventura da blogger?

Ah non lo so. Due anni fa non sapevo nemmeno che avrei intrapreso un’ avventura del genere…Probabilmente durerà fino a quando avrò qualcosa da dire e mi sarà possibile condividerlo. Non mi sono mai posta una scadenza né il pensiero di quando finirà…
11)C’è un posto in cui ti piacerebbe andare? Quale? Perché?

Diversi posti vorrei visitare: non solo perchè mi piace viaggiare(a chi non piace, direte voi!) ma anche perchè sono curiosa. Mi piacerebbe visitare posti di cui mi hanno raccontato,magari di un passato che non ho vissuto ma sento mio; mi piacerebbe visitare tutti quei luoghi di cui ho letto nei molti libri che  mi sono capitati tra le mani e di cui mi sono innamorata; sicuramente vorrei visitare La Luna: vedere il mondo da lassù, passare tra le stelle e in quell’immenso vuoto dell’universo-che poi tanto vuoto non è- e cambiare per una volta prospettiva,
12) Hai un sogno non ancora realizzato? Se sì, quale?

Vi rispondo con una citazione di un autore che adoro: “Ogni volta che lo ritieni opportuno accendi un sogno e lascialo bruciare in te.” _William Shakespeare_ Io penso che i sogni ancora da realizzare siano molti, non ne abbiamo un numero limitato a disposizione per cui è giusto averne quanti ne vogliamo e aggiungerne ogni volta che ci è possibile. Man mano che ne realizziamo uno possiamo sempre porci nuovi obbiettivi,sognare altro: mai fermarsi!
13) Per te cosa è più importante in un post perchè sia ben riuscito?

Un post ben riuscito è quello che non annoia, che racconta un qualcosa che seppur personale e non condivisibile da tutti riesce a tener viva una certa curiosità. Una regola fondamentale è “Non importa ciò che hai da dire ma come lo dici”: secondo me quando si scrive non bisogna avere presunzione, non bisogna nascondersi; per avere la buon riuscita in un post basta essere sé stessi, mettere la propria personalità nelle parole e non nascondersi dietro un personaggio preimpostato e fittizio perché così si finisce per mettere insieme un elenco di parole vuote e anche banali o peggio studiate, che levano il gusto della scrittura e quindi anche della lettura.

14) Qual è una cosa che ti fa arrabbiare più di altre?

Tendenzialmente sono una persona suscettibile: mi fa arrabbiare un po’ tutto. Ma se proprio devo scegliere, ora come ora, vi direi l’ipocrisia: lo stare lì a fare moine, riempirsi la bocca di bei discorsi e fare proprie delle ideologie raccattate chissà dove solo per ottenere consensi e alleanze di facciata quando poi non si pensa nulla di tutto ciò. Ecco, io odio gli ipocriti e la loro ipocrisia. Sono fermamente convinta che sia meglio litigare difendendo una propria idea piuttosto che fingere e rinnegare sé stessi per chissà quale motivo.

FINE! Spero di non avervi annoiati e che abbiate trovato piacevole leggere queste non del tutto sintetiche risposte.

Ora dovrei nominare a mia volta 10 di voi e porvi delle domande ma non ho tempo per andar a vedere chi di voi non ha ancora partecipato all’Awards o per stendere una lista di 10 domande, ragion per cui se avete voglia di rispondere a qualcuna di queste domande che magari vi ha incuriosito particolarmente, o anche a tutte se volete, fate pure! Tutti invitati a partecipare.

Se avete riflessioni,dubbi,perplessità potete scrivere nei commenti ciò che vorrete: lascio la parola a voi!! 😀

Annunci

6 pensieri su “LIEBSTER AWARDS 4.0

  1. Che belle risposte 🙂
    Certo che se un ladro ti scippa la borsetta non deve neanche correre per scappare, tu non lo inseguiresti mai, troppa fatica 😀 Ti salvi solo se gli molli un bel cazzotto con quello che hai imparato nelle arti marziali 😀

    Ciaoooo

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...