Nessuno mi pettina bene come il vento

Roma ieri si è svegliata sotto una tempesta di vento. Alda Merini diceva “Nessuno mi pettina bene come il vento”. Insomma… A me scompiglia e dona un’aria svampita-stravolta che accentua il mio essere spettinata abituale. Ma nemmeno Roma è abituata a tutto questo vento. Era una perfetta giornata di ottobre romano: un sole pieno che scalda quasi timidamente, un cielo azzurrissimo, da sembrare finto, e questi nuvoloni immensi che vanno e vengono ,ci superano velocemente spinti via dal vento come se non avessero tempo per soffermarsi su di noi e stare lì ad ombreggiare il nostro cammino. Dopo tutto il caldo dei giorni precedenti fa piacere l’aria fresca che ci colpisce in pieno volto, quasi voglia schiaffeggiarci. Il mondo ieri si osservava a occhi socchiusi, come se fossimo in un onirico dormiveglia: il vento ovattava i nostri sensi. Non si fa mai vedere in faccia, arriva improvvisamente e altrettanto veloce si allontana, però lo sentiamo a pieno! In giornate come ieri ci si sente così leggeri in balia di una così prepotente tempesta soleggiata…

Oggi invece l’autunno, che ieri ci ha salutato caoticamente, sembra aver lasciato il posto a un’anticipo di inverno: il tempo pazzo sembra confuso tanto quanto me su ciò che deve fare della propria vita in questo periodo 😛

Annunci

8 pensieri su “Nessuno mi pettina bene come il vento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...