Storia di una ladra di libri

Terminato oggi di leggerlo non ho potuto fare a meno di accompagnare la chiusura del il libro con un sospiro e una lacrima. “Storia di una ladra di libri”, di Markus Zusak.

Ve ne avevo parlato tempo fa https://esetidicessiche.wordpress.com/type/aside/ in un post scritto praticamente mentre ero con un piede ancora dentro al cinema: mi ero innamorata del film ma vi assicuro il libro è(come spesso accade) decisamente meglio.

Dopo questa lettura sento quasi la mancanza dei personaggi, delle strade della cittadina tedesca che sentivo ormai un po’ mie, di quelle storie di vita che si intrecciavano e riguardo le quali attendevo ,pagina dopo pagina, di essere aggiornata da quella voce narrante così particolare che è appunto La morte.

Leggetelo. Personalmente penso sia uno di quei libri che una volta letto non rimarrà solo un cimelio della nostra libreria: un libro che cambia il modo di vedere gli uomini, di analizzare la storia passata e contemporanea e sì, perché no, anche noi stessi.

Diversi sono i passaggi che mi hanno emozionata ma ho deciso di riscrivervi queste poche righe che sono di apertura della storia, sperando vi incuriosisca e vi inviti alla lettura di questo piccolo grande romanzo.

“Prima i colori. Poi gli esseri umani.E’ così che di solito vedo le cose. O almeno ci provo”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...